Come affrontare la sessione invernale

Buon anno, spero che tu abbia finito di mangiare tutti gli avanzi e che ti sia reso conto che siamo quasi alla fine della prima settimana di Gennaio. Auguri!

E con ciò, intendo sottolineare il lieto avvicinarsi della sessione invernale, e quindi la brevità della gioia e relax che ci ha avvolto in un caldo abbraccio per tutto il periodo festivo. Ma ricordare con la tristezza negli occhi l’ultima fetta di panettone che hai mangiato non risolverà nulla, anzi.

Bisogna imparare ad accettare l’imminente primo esame ben segnato sul calendario, e fare un profondo respiro. Che sia la prima o la terza sessione, l’emozioni che ti provoca non cambiano mai: seccatura, stanchezza, ansia e un pizzico di rabbia (chi ha avuto la brillante idea di fissare un esame il 7 Gennaio??!).

Gli esami stanno arrivando, ed essere nervoso non aiuterà, per questo ecco alcuni suggerimenti su come cominciare ad occuparti dei prossimi esami della prima sessione:

  • Studia seriamente

Le feste son finite, adesso puoi smettere di far finta di studiare. E con ciò intendo che è arrivata l’ora di sederti alla scrivania, prendere carta e penna e focalizzarti sull’esame per almeno un paio di ore al giorno.

Iniziando per tempo, non sarà necessario passare intere giornate davanti a un libro, senza avere nemmeno il tempo per mangiare. Con l’avvicinarsi della data, sarà forse necessario incrementare le ore di studio, dato che gli argomenti aumenteranno e ci saranno più cosa da revisionare, ma appunto il grosso sarà fatto.

Impara che, con l’avvicinarsi della scadenza, il tuo cervello sarà portato ad immagazzinare quante più informazioni possibili, e ciò non coincide con l’apprenderle seriamente. Per questo capita che post-esame non ricordi più nulla.

  • Fai delle pause

Priorità agli esami, ma anche alla tua salute. Non è necessario studiare 24/7, tenere ritmi insostenibili non ti farà arrivare più preparato all’esame, ma potrà solo accrescere il livello di stress nel tuo corpo e, quindi, farti vivere in modo malsano quest’esperienza.

Prendi delle pause ogni mezz’ora/ora, e stacca completamente la mente dall’esame: dedicati a delle attività che ti piacciono, come leggere un libro, guardare un episodio della tua serie tv preferita, uscire con gli amici…Tutto ciò ti aiuterà a prevenire un possibile Burnout!

  • Chiedi aiuto

Se hai bisogno di aiuto, chiedilo. Di qualsiasi genere. Se non hai capito un argomento, hai dei dubbi sulla modalità d’esame, non sai come risolvere un problema, o perché ti senti tanto stressato, contatta i tuoi amici, lo stesso professore, i tuoi genitori, o i colleghi di corso.

Troverai qualcuno che sarà disposto a darti una mano, perché siamo tutti sulla stessa barca, ed è proprio in queste situazioni che dobbiamo farci forza l’un con l’altro.

  • Dormi

Soprattutto la notte prima dell’esame, non ha senso fare le quattro e arrivare all’appello come uno zombie, con il rischio di perdere la concentrazione e vanificare tutti gli sforzi!

Dormi 7-10 ore per notte, e se non riesci perché lo stress è troppo e i pensieri non vanno via, prova a rimediare con integratori, the e tisane naturali, come la valeriana o la melatonina, che aiutano a rilassarsi e riducono i tempi per addormentarsi.

  • Organizzarsi is the way

Chi be comincia, è già a metà dell’opera” e altre cose del genere non sono del tutto infondate: iniziare a studiare in anticipo, come ad esempio un mese prima, ha senso se riesci ad organizzarti; impara a gestire lo studio, e dividerlo in più parti da affrontare in giorni o settimane differenti, tenendo conto di riusicre a terminare il programma per tempo (magari prendi in considerazione l’utilizzo di weekly study tables come questa).

Pulisci e organizza con l’occorrente il tuo santuario dello studio: pc con caricatore (eventuali prolunghe, spinotti e cavi vari), bottiglia d’acqua e fazzoletti, astuccio con penne, matite e qualche evidenziatore. Magari una candela per fare atmosfera, una lampada da scrivania per le giornate buie e un orologio. Mettici una foto/frase motivazionale che fa instagrammer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto